faq

Risposte a delle domande frequenti

Domande frequenti

I problemi possono riguardare diverse aree: personale, di coppia, familiare, lavorativa. Puoi contattarmi se ti rendi conto di avere un problema importante che occupa gran parte della tua vita (depressione, ansia, attacchi di panico, disturbi del sonno, dipendenze da comportamenti e da sostanze, disturbi alimentari) oppure una difficoltà che intacca il tuo benessere e la tua vita (problemi di coppia, fobie) o ancora se credi che in qualche modo vorresti migliorare un aspetto di te stesso (sicurezza nel parlare in pubblico, organizzazione del tempo, gestione dello stress).

Credo però che non sempre la “quantità” vada di pari passo con la “qualità”. Proprio per questo motivo, non mi occupo di tutti i disturbi o di ogni target di paziente: infatti, non mi occupo di bambini, dei disturbi dell’apprendimento (DSA), dei disturbi dello spettro autistico e di disturbi neurocognitivi. Posso però indicarti dei validi colleghi che sapranno aiutarti al meglio.

Sapevi che il numero più frequente di sedute è 1?

Potrà sembrarti strano o forse anche impossibile, ma dalle ricerche è stato dimostrato che dopo un primo incontro gran parte delle persone interrompe il percorso di consulenza.

Perché?

Perché, secondo le ricerche, il 58% dei pazienti visti una sola volta, riferisce «di aver ottenuto quello che voleva dalla terapia e che si sentiva meglio, o molto meglio, rispetto al problema che l’aveva indotto a chiedere aiuto» (Talmon, 1990, 22). Ad oggi, le ricerche dimostrano che il tasso di successo sia stimabile fra il 70 e l’80% (Perkins, 2006; Hymmen, Stalker & Cait, 2013).

Questi dati, seppur con leggere variazioni, sono concordi in tutto il mondo, per qualunque categoria diagnostica, sia nel contesto privato che nel pubblico. A distanza di tempo si è visto che i risultati ottenuti da quell’unico incontro sono stati mantenuti, riportando nell’88% dei casi un significativo miglioramento dopo 3, 6 e 12 mesi.

La Terapia a Seduta Singola produce effetti positivi, migliorando la situazione del paziente aiutandolo a risolvere il suo problema, permettendogli di raggiungere un obiettivo, dandogli sollievo di fronte ad una particolare situazione problematica, riducendo i sintomi, migliorando comportamenti disfunzionali ed insani.

E se una sola seduta non è sufficiente?

La mia porta è sempre aperta! E quindi puoi ovviamente tornare per altre sedute.

Dagli studi è stato dimostrato che la Terapia a Seduta Singola è efficace con diversi tipi di problematiche.

Ovviamente, non esiste un abito che possa calzare bene su tutti.

Questo significa che il metodo TSS è stato studiato per ottenere il massimo da ogni singolo incontro, ma sarà compito dello Psicologo individuare le modalità di intervento più adatte per quel paziente al fine di produrre il risultato desiderato.

Ad ogni modo, dalle ricerche in letteratura, è stato evidenziato come la TSS sia efficace per:

  • Abuso di alcol e di sostanze (Berman et al., 2010)
  • Anoressia nervosa (De Giacomo et al., 1989)
  • Ansia (Denners e Reeves, 1997)
  • Attacchi di panico (Nuthall e Towned, 2007)
  • Depressione (Armento et al. 2012)
  • Fobie specifiche (Hauner et al, 2012)
  • Insonnia (Gulley et al., 2013)
  • Problematiche familiari (Pekins e Scarlett, 2008)

… e per molto altro ancora!

Mi piace, però, pensare che quando qualcuno bussa alla porta del mio studio, sia la persona a farlo e non il suo disturbo o il suo problema.

Quindi, un punto fondamentale per me è quello di mettere la persona al centro, dell’incontro e della sua vita, rintracciando le sue risorse, aiutandola a sviluppare ed utilizzare il potenziale che ha già in sé. Proprio per questo ritengo che il mio ruolo sia quello di “facilitatrice”: lavorerò con te per trovare strumenti per avviare il cambiamento, per comprenderlo o per creare uno spazio dove puoi elaborare ciò che ti accade.

In un percorso con più sedute, generalmente, gli incontri avvengono ogni due settimane. Una volta raggiunto l’obiettivo e risolto il problema o avviato il processo di risoluzione, è necessario consolidare i risultati e, quindi, aumentare la distanza fra un incontro e l’altro. Così, procederemo con un incontro ogni tre settimane, poi una volta al mese e così via.

Ci sono poi altre persone che necessitano di un incontro “al bisogno”, senza una cadenza fissa.

Da parte mia, ovviamente, c’è la massima flessibilità rispetto alle esigenze personali di ognuno, fermo restando che la mia porta è sempre aperta e che sono sempre disponibile ad aiutare le persone, cercando di capire con loro qual è la strada migliore da intraprendere.

Dal momento che non c’è una taglia unica per tutti, la durata del percorso di consulenza varierà di persona in persona. Generalmente, un percorso dura in media 10 incontri: dagli studi e dalle ricerche si è riscontrato come in questo tempo sia possibile risolvere i problemi del paziente ed ottenere significativi miglioramenti e risultati positivi.

Alcune situazioni possono, invece, richiedere un tempo molto più ristretto…anche un singolo incontro (vedi domanda 2)!

contattami

Hai delle domande da pormi?

Se desideri avere delle informazioni o vuoi prenotare un appuntamento, clicca il pulsante qui sotto.